Alpha: Un’amicizia forte come la vita

Alpha: Un'amicizia forte come la vita

Titolo Originale: Alpha: Un’amicizia forte come la vita
Nazione: USA
Genere: Azione
Durata: 96′
Anno: 2018

Regia: Albert Hughes
Cast: Kodi Smit-McPhee, Jóhannes Haukur Jóhannesson, Leonor Varela, Marcin Kowalczyk, Jens Hultén, Natassia Malthe, Spencer Bogaert…

Trama: 20 mila anni fa, durante l’ultima era glaciale, dopo una battuta di caccia finita male, un giovane uomo delle caverne lotta contro una serie di ostacoli per ritrovare la strada di casa. Stringerà così un’improbabile amicizia con un lupo.Fonte Trama  


Basta registrarsi gratuitamente per vedere tutto il catalogo di CinemaGratis gratuitamente

Durante la registrazione possono essere richiesti dati come nome o mail o carta di credito - Soprattutto questa ultima è necessaria soltanto per avere una registrazione univoca della persona - non verrà addebitato alcun importo sulla vostra carta senza vostra autorizzazione


Note: ALPHA: UN’AMICIZIA FORTE COME LA VITA – IL PRIMO LEGAME TRA UOMO E LUPO
Diretto da Albert Hughes e sceneggiato da Daniele Sebastian Wiedenhaupt a partire da un soggetto dello stesso Hughes, Alpha: Un’amicizia forte come la vita racconta la storia di un giovane primitivo che, dopo la sua prima battuta di caccia, rimane ferito e deve imparare a farcela da solo nella natura selvaggia in compagnia di un lupo solitario, abbandonato dal suo branco. All’incirca 20 mila anni fa, il diciassettenne Keda è un Solutreano che vive tra la Francia meridionale e la Spagna alla fine dell’ultima era glaciale, in un periodo in cui la maggior parte dell’Europa è invivibile, soffiano venti glaciali, i duri inverni durano anche 9 mesi e predatori pericolosi vagano in cerca di cibo. Per sopravvivere in tale isolamento, i legami comunitari e famigliari sono essenziali. Keda lascia la sicurezza del suo villaggio per la prima volta, accompagnato dal padre Tau e da altri componenti della sua tribù, per intraprendere l’annuale caccia al bisonte, dal cui successo dipendono le scorte di cibo per l’inverno. Tuttavia, Keda non è ancora all’altezza del compito e la sua paura lo porta a restare ferito e a finire abbandonato, dato per morto, a molte miglia da casa. Tanti sono gli ostacoli che gli impediscono di fare rientro nel suo villaggio: la fame, il dolore, il freddo e, naturalmente, le bestie feroci che vivono allo stato brado. Vulnerabile, Keda viene attaccato da un branco di lupi ma riesce a difendersi ferendone il capo, che a sorpresa viene abbandonato dal branco. Anziché ucciderlo, Keda porta l’animale con sé dentro a una grotta usata come rifugio. Ne cura le ferite e decide di ammaestrarlo. Con il passare dei giorni, la reciproca diffidenza lascia il posto dapprima alla tolleranza e in seguito alla fiducia. Trovando un alleato l’uno nell’altro, impareranno a condividere ogni cosa, dalla caccia al gioco.